Benvenuti nel mio sito web www.ipimp.it

Questo acronimo corrisponde alle marche identificative, in inglese call signs, del mio aeromobile RV7 della ditta americana Van’s Aircraft. In questo sito c’è una parte importate della mia vita, quella che riguarda la mia passione per gli sport dell’aria.

Chi sono

Mi chiamo Guido Alemagni Pimpinelli e sono nato il 20 settembre del 1965. Sono un medico, specialista in chirurgia generale e medicina dello sport. Sono sposato ed ho due figli. Vivo a Perugia e sono basato su un’aviosuperficie in periferia, Fly Felix. Ho conseguiro il brevetto da paracadutista sportivo nel 1983 e dopo di allora non ho più smesso di frequentare aeroporti. Ho conseguito l’attestato di Volo da Diporto o Sportivo (VDS) per ultraleggero e la Flight Crew Licence (FCL) per aeromoobili di aviazione generale. Il 17 dicembre del 2014 ho acquistato in Lituania un aeromobile sperimentale RV7 della Van’s Aircraft, usato con circa 250 ore di volo, le cui marche originali  erano LY-AXY, da me poi variate in LY-PMP. l’8 di Maggio del 2015, in seguito ad un atterraggio forzato, l’aeromobile veniva danneggiato e successivamente ripristinato sotto la supervisione del CAP Lazio; i lavori impiegavano circa 18 mesi e nel gennaio del 2017 il nuovo aeromobile, reimmatricolato con marche italiane I-PIMP, ha spiccato il suo primo volo.

Chi è I-PIMP

I-PIMP, è un aeromobile di costruzione amatoriale e di categoria sperimentale, della ditta americana Van’s Aircraft, modello RV7. Questo velivolo non viene commercializzato pronto al volo, ma bensì in scatola di montaggio, in due livelli di costruzione, basico ed avanzato; nel secondo caso l’aeromobile viene fornito completo di accessori e può raggiungere il 51% dello stato di assemblaggio. Al costruttore rimane il resto, che viene stimato in circa 2500/3000 ore di lavoro/uomo. In pratica, a seconda delle ore impiegate e dall’impegno investito, un costruttore amatoriale può impiegare da 12 a 60 mesi di tempo; la media e di 24 mesi. Esistono anche dei costruttori “professionisti” che rimangono sotto i 12 mesi, ma un povero Cristo che tiene famiglia e lavoro….non ce la farà mai, in quei termini! Durante la costruzione, il costruttore amatoriale dovrà seguire il manuale della ditta costruttrice e sarà supervisionato da un ente preposto , l’ENAC o da un suo vicario, un Incaricato Tecnico di Sorveglianza (ITS) di un CAP italiano , Club di Aviazione Popolare secondo le disposizioni del regolamento dalla Circolare NAV15F. Il percorso per la messa in volo di un aeromobile sperimentale è lungo, faticoso, dispendioso ed impegnativo. Come tutti i progetti impegnativi richiede pazienza, dedizione e perseveranza. Molti sono coloro i quali, spossati dalle fatiche, abbandonano a mezza via ed è statistica che solamte il 25% dei progetti vede la conclusiva realizzazione dello stesso. Ma per chi riesce ad arrivare in fondo, si apre un paradiso di soddisfazioni che parimenti nella vita, altri progetti regalano. Volare è già un sogno difficile da realizzare, potete solo immaginare cosa significhi farlo con l’aereo costruito con le vostre stesse mani… In conclusione I-PIMP non è un aereo, ma il mio aereo e anche se non lo troverete bello come lo vedo io, adotterò la filosofia della madre e del suo figlio scarafaggio!

Chi è l’RV7

L’RV7 è uno dei velivoli della Van’s Aircraft americana, la cui storia potete leggere in questo link https://en.wikipedia.org/wiki/Van%27s_Aircraft. Questo modello, interamente metallico come tutti i suoi fratelli, accorpa caratteristiche di sport cruiser ed acrobatico, regalando al pilota prestazioni entusiasmanti di volo; reattivo e preciso nei comandi, offre esuberanza e maneggevolezza soprattutto se accoppiato con la più potente delle tre motorizzazioni consentite, 160, 180 e 200 HP. L’aerodinamica dell’ala, vero punto di forza di questo aeromobile, consente un inviluppo di volo unico della sua categoria, permettendo atterraggi a basse velocità, su piste corte ed in erba e velocità di crociera economica di oltre 250 km orari, con una autonomia prossima ai 1000 km.

Ed ora…

..vi lascio all’esplorazione di questo angolo della mia vita, dove potrete trovare argomentazioni tecniche, spunti e riflessioni, considerazioni e consigli. Troverete anche una rubrica dedicata ai viaggi che questa passione mi ha consentito e che ho avuto modo di organizzare con la collaborazione e partecipazione di altri appassionati di volo come me, divenuti molto più che compagni di viaggio, ma veri amici del volo.. Desidero, infine , rivolgere un particolare ringraziamentoa a mio padre Giovanni, che ha voluto trasmettermi la sua medesima passione e che mi ha regalato l’opportunità di frequentarlo in un modo che diversamente, non mi sarebbe stato consentito.

Mi auguro possiate anche voi appassionarvi al volo e sarò felice di offrirvi la mia esperienza, ove richiesta.

E adesso allacciate le cinture di sicurezza, ready to departure…